Miglior ultrabook 2019: i migliori notebook ultrasottili

Miglior Ultrabook del 2019

Prerogativa di questa nuova era tecnologica è avere a disposizione in ogni momento della giornata computer, smartphone, tablet che sia per motivi di lavoro, ludici o per studenti e viaggiatori incalliti. Insomma, se per gli smartphone il trend è avere display sempre più grandi, per i notebook è il contrario.

Infatti, negli ultimi tempi i vari brand più conosciuti del settore si stanno sfidando a colpi di millimetri, proponendo portatili, più precisamente ultrabook, sempre più sottili, ideali per essere utilizzati durante in ogni occasione durante la giornata; si tratta della soluzione ideale per chi vuole essere connesso al mondo online senza sacrifici, per inviare mail di lavoro o, addirittura, portarsi con se il lavoro stesso. In definitiva, investire su questo mercato significa affacciarsi sulla tecnologia del futuro perchè, in fin dei conti, il futuro sono proprio questi notebook sottili e leggeri (anche per il gaming).

Per questo motivo, dato che i modelli in uscita sono un’infinità, è nata la necessità di classificare i migliori ultrabook del momento, in modo tale da rendere la scelta ancora più semplice.

Riteniamo di grandissima importanza far selezionare il miglior ultrabook per le proprie esigenze: ciò permette di far avvicinare il pubblico a questa categoria di prodotti nel modo migliore in assoluto, garantendo quindi articoli dall’elevato rapporto qualità/prezzo, senza sorprese (negative) inaspettate.

Quali sono i migliori ultrabook del 2019?

Dopo questa piccola introduzione, nel prossimo paragrafo troverete quelli che sono, secondo la nostra redazione, i migliori ultrabook catalogati per utilizzo/tipologia/prezzo:

Miglior ultrabook in assoluto: Dell XPS 13 9380

miglior ultrabook in commercio

Il Dell XPS 13 è il miglior ultrabook sotto tutti i punti di vista. Il modello attualmente di punta è il 9380 nella configurazione con i7-8565U e 16 GB di RAM.

Caratteristica vincente è sicuramente il display, un 13,3″ LCD a matrice attiva Full HD, praticamente senza bordi (il primo InfinityEdge al mondo).

Come storage troviamo un SSD da 512 GB. La scheda video è integrata nel processore e la versione di Windows inclusa è la 10 Professional. Per quanto riguarda l’autonomia, i dati sono devastanti: fino a 13 ore per navigazione web e scrittura e di 10 ore in riproduzione video (Youtube/Netflix).

Miglior ultrabook qualità/prezzo: ASUS ZenBook 13 UX333FN

miglior ultrabook qualità prezzo

L’ASUS ZenBook 13 UX333FN rappresenta l’ultrabook per antonomasia, un misto tra dimensioni ridotte all’osso, design accattivante e performance all’altezza della situazione. Questa serie in Europa è disponibile in poche configurazioni, e in questo articolo vi proponiamo quella più interessante.

Partiamo dal display, ovvero un pannello da 13,3 pollici opaco con risoluzione Full HD e retroilluminazione a LED. Sotto la scocca troviamo il nuovo processore a risparmio energetico presente sugli PC portatili ultrasottili di fascia alta, l’Intel Core i7-8565U (Whiskey Lake), accompagnato da 8 GB di RAM. Come storage invece, vi è esclusivamente l’SSD PCIe 3.0 da 256 GB.

In questo caso è presente la NVIDIA GeForce MX150 da 2 GB DDR5, grazie alla quale è possibile approcciarsi anche al gaming, in HD e Full HD con un frame rate decente su alcuni titoli.

Molto interessante poi il touchpad NumberPad che risolve l’annoso problema della mancanza di un tastierino numerico, visualizzandolo direttamente sul touchpad.

La sua autonomia è molto variabile, in scrittura supera con tranquillità le 10 ore, mentre in riproduzione video e Skype si parla di circa 7 ore, per una ricarica che necessita meno di 2 ore.

Miglior ultrabook economico: Acer Swift 3 SF314-41

miglior ultrabook economico

L’Acer Swift 3 è un modello che è possibile trovare anche nella guida sui migliori notebook economici, in quanto è uno dei pilastri della categoria su questa fascia di prezzo. Questo dispositivo è sul mercato da svariati anni ma quella che proponiamo è la versione più recente.

Ha un ottimo display IPS Full HD da 14 pollici, come processore l’ottima APU Ryzen 5 3500U che presenta l’ottima GPU integrata Radeon Vega 8, grazie alla quale è possibile approcciare ad applicativi leggermente più impegnativi come il gaming. Lo storage interno costituito da 8 GB di RAM e SSD da 512 GB. Insomma, un ottimo notebook sottile economico.

Ultrabook da gaming: MSI Prestige 15 A10SC-002IT

miglior ultrabook gaming

Destinato ad una ampia schiera di utenti, MSI Prestige 15 è il notebook ultrasottile che consigliamo per chi vuole un dispositivo portatile ma comunque efficiente, sia per giocare che per lavorare.

Basato sull’ultimo processore Intel Core i7 di decima generazione (Comet Lake), troviamo come GPU dedicata la nuova NVIDIA GTX 1650 con Design Max-Q, il tutto in uno spessore di appena 1,59 cm. Ci sono poi 16 GB di RAM DDR4 a 2666 MHz espandibili fino a 64 GB in dual channel. Ci piace il fatto che il display sia un ampio 15,6″ Full HD IPS, mentre l’SSD interno è da 512 GB nello standard NVMe PCIe Gen3.

Come ultima nota positiva, troviamo un’ottima batteria LiPo da 82 Whr.

Migliore convertibile: HP Spectre x360 13-ap0001nl

miglior computer portatile sottile convertibile

L’HP Spectre x360 è sicuramente il miglior ultrabook appartenente anche alla categoria convertibili sul mercato. Dalle caratteristiche premium, si contraddistingue per tre caratteristiche: versatilità, display, autonomia.

Costruito interamente in metallo, è un monoblocco inframmezzato da una cerniera durevole nel tempo. Bilanciato quindi nella costruzione, il display è sicuramente il pezzo forte: si tratta di un 13,3″ touchscreen con tecnologia IPS (buoni angoli di visione) e retroilluminazione WLED micro-edge e vetro Corning Gorilla Glass NBT, il quale offre una risoluzione massima Full HD. Questo pannello è sicuramente la soluzione migliore in assoluto per la multimedialità, garantendo una nitidezza ed una naturalezza cromatica sopra la media dei competitor. Stylus Pen originale compresa in dotazione.

Se il display è sopra la media, la componentistica hardware non è da meno, garantendo ottime prestazioni ed una autonomia ideale per la tipologia di prodotto quale è. Il processore è il nuovissimo Intel Core i5-8265U Whiskey Lake a risparmio energetico che, affiancato agli 8 GB di RAM DDR4, garantisce fluidità e velocità, potendo contare anche sull’SSD da 256 GB. Per quanto riguarda la sua autonomia, dati reali alla mano si parla di circa 7 fino a 10 ore di utilizzo continuo, varia ovviamente in base all’utilizzo.

Migliore Apple: MacBook Air 2019

miglior notebook ultrasottile in alluminio apple

Il nuovo MacBook Air è innegabilmente un bel laptop ultrasottile, dall’ottimo design, che consigliamo a chi non necessita potenza bruta, ma più che altro un ottimo display e un utilizzo in mobilità il più fluido possibile.

Iniziamo dal display, un 13,3″ Retina True Tone con risoluzione 2560 x 1600 pixel (16:10), IPS, dall’ottima fedeltà cromatica e davvero molto luminoso. In termini di CPU invece, ne troviamo un modello inedito, creato ad hoc per questo dispositivo, ovvero l’Intel Core i5-8210Y Amber Lake (1.60 GHz – 3.60 GHz). Si tratta di una CPU a basso consumo energetico personalizzata per offrire prestazioni leggermente superiori per quanto riguarda il base clock rispetto all’originale Core i5-8200Y (1.30 GHz – 3.90 GHz).

Andando oltre, non c’è una GPU dedicata, ci sono 8 GB di RAM LPDDR3 e un SSD da 128 o 256 GB. Purtroppo non è possibile espandere la memoria attraverso una scheda microSD nativamente: non c’è il lettore integrato. Ottimo invece lato autonomia, con oltre 11 ore di riproduzione multimediale.

Migliore per professionisti: Dell XPS 15

miglior notebook slim per professionisti

Il Dell XPS 15 è l’ultrabook da 15 pollici per eccellenza, che ha riscosso molto successo online per varie motivazioni che riassumeremo brevemente nel prossimo paragrafo.

Oltre ad essere veramente sottile (11-17 mm), ha delle cornici che circondano il display millimetriche (6-7 mm). Il processore di ottava generazione, i7-8750H o i9-8950HK, garantisce le prestazioni adeguate per un sistema di questo tipo, potendo quindi supportare un uso professionale senza alcun problema. La CPU è poi accompagnata dalla GPU dedicata NVIDIA GeForce GTX 1050 Ti. Come sistema di archiviazione troviamo un SSD da 512 GB.

Il pezzo forte, oltre al display Full HD IPS InfinityEdge, troviamo una autonomia che riesce a superare anche le 10 ore di navigazione web. In definitiva questo è un ultrabook consigliato, sia per prestazioni che per portabilità e autonomia.

Migliore di casa Microsoft: Surface Laptop 3

miglior notebook ultraleggero microsoft

In questo 2019 Microsoft ha deciso di rinnovare la serie Surface Laptop commercializzando questa terza versione, e ce ne siamo innamorati fin da subito.

Surface Laptop 3 offre la possibilità di mettere le mani su un ultrabook bilanciato, perfettamente ottimizzato per Windows, sottile appena 1,45 mm ma disponibile in due differenti configurazioni da 13,5″ e 15″ (entrambi touchscreen). La versione più piccola è dotata dei nuovi processori Intel Core i5-1035G7 e i7-1065G7 Quad-Core di decima generazione, mentre la variante da 15″ presenta i nuovi processori mobile AMD Ryzen 5 3580U (Vega 9) e Ryzen 7 3780U (RX Vega 11).

Non si tratta di certo di un portatile economico, ma garantisce fino a 11,5 ore di utilizzo effettivo e massima velocità in ambiente Windows, anche grazie all’SSD configurabile da 128 GB fino a 512 GB. Consigliamo la variante più grande che presenta le GPU integrate Radeon Vega, nettamente superiori alle controparti integrate Intel.

Chromebook ultraportatile: Acer Chromebook 514 CB514-1H-P83S

migliore pc portatile ultrasottile chrome os

L’Acer Chromebook 514 offre funzioni premium a un prezzo ragionevole. Se Chrome OS fa al caso vostro, è difficile dire di no a questo modello, e per diversi motivi.

A questo prezzo è davvero difficile trovare uno chassis in alluminio sottile e leggero, un’autonomia che riesce a coprire una giornata piena, un display touch Full HD e la tastiera retroilluminata.

Non spaventatevi poi per la presenza del poco potente Intel Pentium N4200; c’è da considerare infatti che Chrome OS è notevolmente più leggero di Windows, quindi non richiede di chissà quanta potenza per svolgere le stesse attività.

cos'è un ultrabook

Cos’è un ultrabook?

Per essere definito come ultrabook, un portatile deve soddisfare determinati criteri.

I notebook ultrasottili sono stati creati per essere la combinazione definitiva di portabilità, autonomia e potenza di elaborazione. Secondo la definizione di Intel, gli ultrabook devono avere uno spessore di massimo 18 mm per quelli da 14″ o meno, e massimo 23 mm per quelli con display più grandi.

Un’altra caratteristica chiave dei migliori ultrabook è la loro autonomia. Costruite per il “guerriero della strada”, queste macchine sono progettate per durare il più a lungo possibile, garantendo un utilizzo continuativo durante l’intera giornata lavorativa.

Secondo le ultime specifiche condivise da Intel, qualsiasi laptop che vuole essere definito ultrabook deve garantire almeno 6 ore di utilizzo effettivo e 9 ore in modalità standby su Windows 10.

Secondo Intel, tutti gli ultrabook si devono avviare in massimo 3 secondi; questo requisito garantisce agli utenti la massima efficienza, in caso si debba mettere le mani su un report lavorativo in fretta e furia, ad esempio.

caratteristiche di un pc portatile ultraleggero

Gli ultrabook sono la giusta via di metto tra portabilità ed efficienza, ed è proprio questo che li rende così popolari.

Infine, i PC portatili ultrasottili di ultima generazione solitamente utilizzano i processori Intel Core U, che offrono il meglio per applicazioni aziendali, produttività creativa e durata della batteria.

Ricapitolando, cosa deve garantire il migliore ultrabook?

  • Produttività in movimento
  • Batteria a lunga durata
  • Tastiere ben costruite
  • Design sottile e portatile
  • Schermi di alta qualità

Acquistare un ultrabook o notebook classico?

Anche se potremmo ripetere le differenze tra ultrabook e notebook classici, è più semplice riassumere il tutto con una sola parola: prezzo.

Prima di ogni cosa, qualsiasi portatile senza certificazione di ultrabook (a parità di specifiche) sarà più economico della sua controparte ultrasottile.

notebook o ultrabook

La flessibilità costruttiva dei classici laptop, li rende l’opzione più economica in ogni confronto side-by-side, ma ciò non sempre li rende la scelta migliore. Gli ultrabook sono costruiti seguendo determinati criteri, il che significa che si ottiene una garanzia di qualità indipendentemente dalla marca che si sceglie. Quel nomignolo potrebbe far lievitare il prezzo, ma è sinonimo di un prodotto veloce ed efficiente.

Un ultrabook può fare al caso vostro?

Tutto dipende. I PC portatili sottili e leggeri sono ideati prima di tutto per la massima portabilità; spesso possono essere molto più costosi di notebook con specifiche comparabili, perché anche se hanno le stesse componenti hardware, uno è stato fatto con molta più attenzione al design, al peso e all’aspetto generale.

Si ottiene sicuramente ciò per cui si paga, perché Intel verifica la qualità di ogni notebook slim che porta il nome di “ultrabook” prima che lasci la fabbrica. Detto questo, a meno che non si faccia un lavoro che richiede di essere sempre vicino a un PC o si è uno studente a tempo pieno, alla fine il prezzo di un ultrabook potrebbe non essere sempre ben ripagato. Alla fine, così come per la scelta di un qualsiasi notebook, il fattore determinante saranno esclusivamente le proprie esigenze.

Come scegliere il miglior ultrabook?

Qui di seguito abbiamo elencato i fattori che dovreste tenere in considerazione nella scelta del miglior ultrabook, in ordine di importanza:

  • Dimensioni: un ultrabook dovrebbe essere il più sottile e leggero possibile, ma un laptop ben costruito e leggermente più spesso è sicuramente migliore di uno più sottile ma dai materiali pessimi o dalla autonomia costretta. Il display dovrebbe essere (ma non per forza) da 12 a 14 pollici, in modo che sia abbastanza grande per lavorare, ma abbastanza compatto affinché il notebook ultrasottile rimanga comodo da infilare in uno zaino;

ultrabook 13 pollici o 15 pollici

  • Durata della batteria: un ottimo notebook ultraleggero deve garantire una giornata di lavoro in ufficio o in un bar, anche se non si ha la possibilità di ricaricarlo. E’ bene poi considerare il fatto che l’autonomia si contrae nel tempo quindi, più ne ha all’inizio, meglio è;
  • Processore: un processore Intel Core U a basso consumo energetico, come l’Intel Core i5-8250U, è più che sufficiente per la maggior parte degli utilizzi. Ci sono poi anche gli Intel a bassissima tensione (ULV), identificabili con la lettera Y alla fine del numero: questi processori non sono potenti come quelli più tradizionali, ma sono più efficienti in termini di autonomia e, oltretutto, non richiedono ventole di raffreddamento (fanless);
  • Memoria RAM: al giorno d’oggi, 8 GB è la quantità minima di RAM necessaria per mantenere il sistema efficiente, senza intoppi quando si passa da un programma all’altro, si aprono molti file e si sfogliano le schede del browser. Ma poiché la RAM è saldata nella scheda madre della maggior parte dei portatili ultrasottili – e quindi non è aggiornabile – dovreste considerare un modello con almeno 16 GB per stare al sicuro dalle possibili esigenze future;
  • Memoria a stato solido: un’unità a stato solido (SSD) è in grado di leggere e scrivere dati molto più velocemente di un disco rigido tradizionale. Avere un SSD accelera qualsiasi attività che richiede l’accesso ai dati, come l’avvio del portatile, il salvataggio e il caricamento dei file. Gli SSD consumano anche meno energia dei dischi rigidi, emettono meno calore e non vibrano; sono poi meno inclini a guasti meccanici. Un SSD da 256 GB offre spazio sufficiente per la maggior parte delle persone;
  • Tastiera e trackpad: è fondamentale che la tastiera e il trackpad del portatile ultrasottile siano funzionali e comodi da utilizzare per lunghi periodi di tempo (anche se si utilizzano regolarmente periferiche esterne);

valutare tastiera computer ultrasottile

  • Display: si consiglia una risoluzione minimal di 1920 × 1080 pixel (Full HD) su un buon ultrabook. La sua tecnologia dello schermo dovrebbe essere IPS, non TN, in quanto offre angoli di visione migliori e sono più preciso nei colori. Gli schermi a risoluzione più elevata, ad esempio 4K, sono ormai all’ordine del giorno, ma non sono ideali per i computer ultraportatili: una risoluzione più elevata significa un’immagine più nitida, ma in un ultrabook da 13 pollici è difficile notare la differenza. Allo stesso modo, i display touchscreen, essendo lucidi, li rende meno convenienti da usare sotto la luce del sole;
  • Qualità costruttiva: in un PC portatile sottile, la scocca e la cerniera devono essere robuste, e nessuna parte deve scricchiolare o sembrare fragile. Superano con estrema facilità il prezzo di 1000 euro e l’ultrabook dovrebbe dimostrarlo, non importa quanto sia sottile e leggero.
  • Connettività: una selezione di porte sarebbe l’ideale. Poiché la maggior parte delle persone ha ancora accessori con USB-A, un paio di porte USB 3.0 di tipo A sono universalmente utili. Una porta Thunderbolt 3, che è compatibile non solo con gli attacchi USB-C ma anche con molti altri, è utile per il futuro poiché sempre più dock, display e periferiche stanno passando allo standard USB-C e/o Thunderbolt;
  • Extra: i lettori di impronte digitali e le fotocamere con rilevamento 3D stanno diventando sempre più comuni nei notebook sottili e leggeri per il supporto con Windows Hello. Non rappresentano dei requisiti minimi, ma degli ottimi extra.