Come partizionare hard disk esterno (Windows/Mac)

Come partizionare hard disk esterno (Windows/Mac)

Volete partizionare un hard disk esterno per conservare al meglio tutti i file che volete salvare, ma non sapete come fare? Questa è la guida che fa per voi.

In questa guida vi spiegheremo come ripartire un’unità di memoria esterna sfruttando l’utility di gestione disponibile automaticamente sia in Windows che nel sistema operativo macOS. Il tutto senza la necessità di scaricare programmi esterni.

Ovviamente, nel caso abbiate altre necessità, vi spiegheremo anche come utilizzare alcuni dei migliori software sul mercato per partizionare hard disk esterno.

Conoscere il file system

La prima cosa da dover fare per ripartire un hard disk esterno è quella di conoscere i file system. In base a quale sistema operativo ha il vostro PC e a quali dispositivi vorrete collegare il vostro hard disk esterno, dovrete scegliere la tipologia di file system per creare le ripartizioni sulle unità di memoria esterne.

Ecco un elenco dei file system più diffusi con i quali potrete effettuare la ripartizione del vostro hard disk esterno:

  • FAT32: Il file di sistema “più vecchio” e quindi quello che garantisce una compatibilità maggiore con PC e dispositivi di qualunque tipo. Data l’età, tuttavia, ci sono alcune limitazioni, come il non poter archiviare file più grandi di 4 GB;
  • NTFS: Il file di sistema predefinito per tutti i PC con sistema operativo Windows. Non è compatibile con il file system FAT32 e con dispositivi diversi da un PC Windows a livello di scrittura. Tuttavia, i dati salvati con questo file di sistema si frammentano più raramente e potete salvare anche file più grandi di 4 GB;
  • ExFAT: Simile al FAT32, in quanto compatibile con numerosi dispositivi, ma non possiede la limitazione dei file più grandi di 4 GB. Oltretutto, questo file di sistema è compatibile con tutti i sistemi operativi più importanti: Windows, macOS e anche Linux;
  • HFS+: Il file di sistema proprio dei dispositivi macOS. Non ci sono limiti né di grandezza di file da poter salvare né molti problemi di frammentazione. Ovviamente, però, è possibile utilizzare solamente dispositivi Mac;
  • APFS: Anche questo è un file di sistema standard Apple, ma per i Mac con un’unità SSD. Compatibile anche con HD normali e altri dispositivi. Molto vantaggioso in quanto offre una codifica protetta, condivisione dello spazio e un rapido ridimensionamento delle directory.

Ora che siete a conoscenza dei file system principali, possiamo mostravi come partizionare un hard disk esterno.

Come ripartire un hard disk esterno con Windows

Potrete ripartire un hard disk esterno con Windows sia utilizzando gli strumenti offerti dal sistema operativo stesso che attraverso i software di terze parti. In ogni caso non è una procedura complessa o che può creare problemi.

Gestione disco

La prima cosa che potete utilizzare per ripartire un hard disk esterno collegato al vostro PC Windows è Gestione disco. Si tratta dello strumento predefinito dei sistemi operativi Windows per gestire Hard Disk, interni ed esterni, e qualunque altra unità di memoria che collegate al PC.

Per accedere a Gestione Disco dovete cliccare sul tasto Start, scrivere “Gestione Disco” e cliccare su Crea e formatta le partizioni del disco rigido. Ora vi si aprirà la finestra di Gestione Disco e potrete iniziare a ripartire lo spazio del vostro hard disk esterno per far occupare meno spazio ai dati presenti e creare più spazio per nuovi file.

partizionare hard disk esterno con gestione disco

Per farlo, dovete cliccare con il tasto destro del mouse la sezione relativa all’hard disk esterno che appare in basso nella finestra di Gestione Disco e cliccare alla voce Riduci Volume. Vi si aprirà un’altra finestra con un campo denominato Specificare la quantità di spazio da ridurre, in MB, qui dovrete scrivere il numero di MB che volete sottrarre alla partizione iniziale del disco. Una volta fatto, cliccate sul tasto Riduci e si avvierà la procedura di ripartizione dello spazio.

Una volta terminata l’operazione, nella sezione relativa all’Hard Disk troverete lo spazio che avete liberato con la partizione, lo spazio non allocato. Per poterlo trasformare in una nuova sezione dell’hard disk dove poter salvare dei dati, dovete cliccare con il tasto destro del mouse su Non allocata e poi cliccare su Nuovo volume semplice.

Adesso vi si aprirà una finestra, cliccate sul tasto Avanti e nella sezione Dimensioni volume semplice in MB scrivete in MB la quantità di spazio non allocato che volete utilizzare per creare una partizione. Cliccate di nuovo su Avanti e poi scegliete la lettera con la quale volete riconoscere questa nuova partizione.

Ora dovete scegliere il file system da assegnare alla nuova partizione. Una volta fatto, cliccate prima su Avanti e poi su Fine così da dare inizio al processo di creazione della nuova partizione del vostro hard disk esterno.

Ovviamente, utilizzando la stessa procedura, se avete altro spazio non allocato disponibile potrete creare anche altre partizioni.

Per invertire il processo non dovrete fare altro che accedere di nuovo a Gestione disco, cliccare con il tasto destro del mouse sulla sezione dell’hard disk esterno ripartito e cliccare Estendi volume. Poi cliccate sul tasto Si e lo spazio tornerà un tutt’uno.

EaseUS Partition Master Free

Se non volete utilizzare Gestione disco di Windows, per ripartire un hard disk esterno potete utilizzare EaseUS Partition Master Free. Si tratta di uno dei migliori software sul mercato per questo tipo di operazioni.

Ci sono due versioni del programma, Free e Pro. La versione Free offre già tutto quello che vi serve: potete gestire totalmente Hard Disk interni, esterni e qualunque altre unità di memoria. La versione Pro, invece, costa quasi 50 $ e offre numerose funzioni extra, per quanto più complesse e professionali.

Una volta scaricato dal sito web ufficiale, apritelo e, dopo aver chiuso il banner della versione a pagamento, cliccate sul tasto Non allocato riferito al vostro hard disk esterno e, dal menù che vi apparirà, cliccate sul tasto Crea.

partizionare hard disk esterno con EaseUS Partition Master Free

Ora, nei campi di riferimento, dovete indicare quale etichetta volete assegnare alla partizione, con quale lettera volete che sia riconosciuta, quale file system utilizzare e la dimensione della nuova partizione del vostro hd esterno utilizzando la barra di regolazione apposita. Fatto questo, cliccate su Ok, poi su Esegui N operazioni, Applica e, infine, su Completa.

C’è anche la possibilità che non possiate creare nuove partizioni per mancanza di spazio disponibile, ma non disperate. In questo caso potete ridimensionare le partizioni esistenti se lo spazio che utilizzano non è occupato totalmente dai dati.

Per farlo, cliccate con il tasto destro del mouse sulla sezione relativa all’hard disk esterno e, dal menù che vi si presenterà, cliccate Ridimensiona/Sposta. Ora dovete scegliere la dimensione dello spazio da recuperare e premere su Ok.

Come ripartire un hard disk esterno con macOS

Anche con macOS, è possibile ripartire un hard disk esterno sia utilizzando gli strumenti offerti dal sistema operativo stesso che attraverso i software di terze parti. Potete scegliere liberamente in base alla vostra comodità.

Utility Disco

Il primo strumento che potete utilizzare per ripartire un hard disk esterno collegato al vostro Mac è Utility Disco. Si tratta dello strumento interno a macOS per gestire memorie interne ed esterne di qualsiasi tipo.

Per poterlo avviare non dovete fare altro che andare nella cartella Altro del launchpad e cliccare sull’icona dell’applicazione, quella con l’hard disk e lo stetoscopio.

Quando si aprirà la finestra principale dell’Utility Disco, dovete selezionare l’hard disk esterno sul quale volete operare dall’elenco a sinistra e selezionare le varie opzioni che vi si presenteranno: creare una nuova partizione mista in APFS, l’ultimo file system di Apple, ossia una partizione i cui dati sono condivisi con la partizione primaria, oppure potete creare una vera e propria nuova partizione.

partizionare hd esterno con utility disco

Per creare una partizione condivisa, cliccate su Aggiungi Volume e, nella finestra che si aprirà, scrivete il nome con il quale volete chiamare questa nuova partizione. Controllate nel menù Formato che la partizione sia in APFS, la voce di riferimento deve essere selezionata, e poi cliccate su Aggiungi per crearla. Potete selezionare anche le dimensioni della nuova partizione e lo spazio specifico per essa cliccando su Opzioni dimensioni e settandole come desiderate.

Per creare una partizione isolata, invece, dovete cliccare sul tasto Partiziona e cliccare il tasto “+” nella finestra che si aprirà. Nella sezione Dimensioni (o con il grafico) determinate la quantità di spazio che la nuova partizione dovrà utilizzate e nella sezione Nome scrivete il nome della nuova partizione. Scegliete, poi, il file system con il quale ripartire l’hard disk, sempre dal menù Formato, e poi cliccate su Applica, su Partiziona e poi su Continua.

Le operazioni di partizione sono anche reversibili:

  • Per eliminare una partizione condivisa, quella in APFS, basta cliccare con il tasto destro del mouse sul nome dell’hard disk esterno di riferimento e cliccare dal menù che appare Elimina volume APFS per poi confermare la scelta;
  • Per eliminare una partizione isolata, ossia quella normale, dovete sempre selezionare il nome dell’hard disk esterno di riferimento, cliccare sul tasto Partiziona in alto, selezionare dal grafico a torta la partizione da eliminare e poi cliccare sul tasto ““.

Paragon Hard Disk Manager

Se non avete raggiunto i risultati desiderati con Utility Disco, l’alternativa migliore sul mercato è senza dubbio Paragon Hard Disk Manager. Si tratta del migliore programma del campo, in grado di poter gestire Hard Disk interni, esterni e tutti gli altri dispositivi di archiviazione collegati al vostro Mac.

Il programma, tuttavia, è a pagamento, al prezzo di quasi 40 €, ma offre una versione di prova di 10 giorni senza alcuna limitazione sul suo utilizzo.

Una volta aperta l’applicazione, dovete selezionare il nome del vostro hard disk esterno sul quale volete operare. Ora cliccate sull’icona a forma di ingranaggio e, dal menù che si aprirà, dovete selezionare l’opzione Crea Partizione.

partizionare hard disk esterno con paragon

La prima cosa da fare ora è quella di definire la dimensione della partizione che volete creare. Per poterlo fare potete utilizzare la barra di regolazione in alto oppure il campo apposito nel quale scrivere la dimensione della partizione (alla voce Dimensioni Partizione). Una volta definite, scegliete il file system da utilizzare per la partizione (dal menù in basso), decidete il nome da dare alla partizione e cliccate su Ok.

Come sempre, anche in questo caso, se sull’hard disk esterno è rimasto altro spazio disponibile, potete creare un’altra partizione effettuando lo stesso procedimento. Esiste anche un’altra opzione per creare una nuova partizione, o meglio, per avere lo spazio per farlo: formattare una partizione già occupata.

Per farlo dovete cliccare sul tasto a forma di ingranaggio vicino all’etichetta della partizione specifica, cliccare dal menù l’opzione Formatta partizione e indicare sia il nome con il quale volete riconoscere la nuova partizione che il file di sistema da assegnare. Una volta fatto questo, cliccate su Formatta.

Potete anche eliminare del tutto una partizione. Per farlo dovete selezionare la sezione di riferimento della partizione, cliccare sul tasto a forma di ingranaggio e poi su Elimina Partizione dalla finestra che si apre. Ora basta cliccare Ok e avrete eliminato la partizione.