Corsair Harpoon RGB Recensione

Corsair Harpoon RGB Recensione

Corsair Harpoon RGB Recensione

Corsair ci ha abituati a prodotti costruiti con una certa attenzione, dimostrando che, anche in un settore come quello del gaming, i componenti possono essere sviluppati in modo intelligente. Da qualche anno è entrata a gamba tesa nel mondo delle periferiche, con tastiere meccaniche e cuffie di alto livello ma a prezzi non proprio indifferenti.

Il Corsair Harpoon RGB è un mouse di fascia economia che ha molto da offrire relativamente a quanto costa e spicca in comodità e funzionalità, con qualche compromesso nelle prestazioni.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

[amazon box=”B01MQE8CJW” title=”Corsair Harpoon RGB”]

Design e qualità costruttiva

Il mouse si presenta con un design abbastanza sobrio e focalizzato sulla praticità e l’ergonomia; con un peso di soli 85 grammi è uno fra i più leggeri e se è vero che a livello soggettivo potrebbe non essere adatto a tutti è altrettanto vero che il mouse è una periferica in costante spostamento e la leggerezza consente movimenti più rapidi e precisi e un minore impatto fisico sulla mano e sul polso.

Corsair Harpoon RGB costruzione per destrorsi

Ciò che, piuttosto, potrebbe renderlo non conforme per alcuni sono le dimensioni e la forma; il Corsair Harpoon, infatti, ha la particolarità di essere leggermente più compatto della media e si estende verso l’alto. Chi ha le mani piccole o di medie dimensioni può godere, quindi, dell’ottima presa ottenuta anche grazie alle superfici gommate con una texture ruvida ai lati che lasciano spazio al pollice nella parte destra, all’anulare e al mignolo in quella sinistra; al contrario, chi ha le mani grandi o le dita lunghe potrebbe trovare delle difficoltà.

Leggi Anche: Migliori tastiere gaming del momento

Sempre riguardo l’ergonomia, il mouse non è simmetrico come alcuni prodotti di marchi concorrenti e questo lo rende inappropriato ai mancini. Il materiale usato per la costruzione è plastica opaca, lievemente ruvida e al tocco non sembra essere premium ma è solido e robusto e non dimostra debolezze strutturali. La differenza fra un mouse di fascia più alta, comunque, è percepibile.

Corsair Harpoon RGB logo retroilluminato led rgb

Nella parte posteriore è presente il logo Corsair retroilluminato con LED RGB, molto luminoso e con colori vividi. Nella parte superiore è presente un pulsante per la regolazione rapida dei DPI e la rotellina, ricoperta da gomma ruvida, è fantastica nella scorrevolezza e soddisfacente nella pressione.

Corsair Harpoon RGB pulsanti programmabili

Nella zona del pollice sono presenti due pulsanti aggiuntivi e gli switch sono prodotti dalla ben nota Omron, con una durata stimata dei principali (destro e sinistro) di 20 milioni di click. Il collegamento, infine, è cablato e purtroppo il cavo non è intrecciato.

Prestazioni

Il sensore usato è ottico, un PMW3320, che si estende fino a 6000 DPI. Sotto questo punto di vista è da elogiare: esistono prodotti che arrivano anche a superare i 10000 DPI ma già arrivare a 5000 DPI è sconsigliabile e negli FPS, genere più diffuso fra i videogiocatori, generalmente si cerca di rimanere nella gamma 800-1200 DPI.

Corsair Harpoon RGB funzionamento

Specifiche a parte, differenti sensori rispondono in maniera differente anche a parità di sensibilità e l’unico modo per valutarli è l’uso continuativo in differenti applicazioni. In questo caso, ci troviamo davanti a un dispositivo che performa in modo accurato e prevedibile per spostamenti medio-lunghi, mentre nei movimenti più corti mostra delle incertezze, che non affliggono l’utilizzo di tutti i giorni ma che potrebbe essere influente per i giocatori più esigenti o per lavori di estrema precisione.

Andando ancora più nello specifico, tutto questo si traduce in spostamenti fluidi e controllati nelle zone di Battlefield 1, mentre non va altrettanto bene per i cecchini; mirare alla testa, infatti, non è così facile e immediato come in prodotti di fascia più alta come nel caso dell’M65 PRO RGB, sempre di Corsair, con sensore PMW3360.

Per quanto riguarda giochi MOBA o strategici, invece, non c’è nulla di cui preoccuparsi, potendo spostarsi lungo la mappa in modo veloce e preciso. Eccellente la frequenza di aggiornamento che arriva fino a 1000 Hz, anche se da 500 Hz in su difficilmente si nota la differenza.

Corsair Harpoon RGB corsair utility engine

Il software per la gestione della periferica è l’ormai rodato Corsair Utility Engine (CUE), dove c’è la possibilità di impostare diversi livelli di sensibilità, di mappare ogni tasto del mouse e di cambiare colore o effetto di transizione del LED RGB; gli effetti possono essere sincronizzati fra le varie periferiche Corsair e il software consente anche di assegnare ai pulsanti delle macro molto complesse.

Verdetto

Il Corsair Harpoon RGB è un lampante esempio di un ottimo mouse a basso costo in un mare sempre più popolato di prodotti sconosciuti e di dubbia affidabilità, offrendo tutte le caratteristiche di base per un utente alle prime armi ad un prezzo assolutamente accessibile.

[amazon box=”B01MQE8CJW” title=”Corsair Harpoon RGB”]

Corsair Scimitar PRO RGB Recensione

Corsair Scimitar PRO RGB Recensione

Corsair Scimitar PRO RGB Recensione

Corsair Scimitar PRO RGB è un mouse da gaming d’alta gamma. Il dispositivo è dotato di sensore Pixart da 16.000 DPI, sistema avanzato d’illuminazione RGB e impugnatura ergonomica “palm grip”. Il mouse ha un software CUE 2 dalle prestazioni eccezionali e vanta un peso contenuto. Grazie ai 17 tasti programmabili è consigliato agli amanti dei giochi MOBA/MMO, mentre non è adatto a chi cerca un mouse da gamer economico visto il prezzo elevato. Non è dotato di wireless e non esiste la versione per mancini.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

[amazon box=”B01N9K2PBQ” title=”Corsair Scimitar PRO RGB”]

Design e qualità costruttiva

Corsair Scimitar PRO RGB costruzione robusta

Corsair Scimitar PRO RGB si presenta con un design accattivante e moderno. E’ realizzato in alluminio resistente, duraturo e leggero. Pesa solo 147 grammi risultando preciso e agile nei movimenti. Le dimensioni (119mm x 77mm x 42mm) si adattano bene alla mano per un uso intenso e prolungato.

Gli interruttori giapponesi OMRON, i migliori sul mercato, supportano i due bottoni principali. La rotella di scorrimento è rifinita in gomma in modo da aumentare l’aderenza e assicurare precisione nei movimenti. L’unica pecca è che risulta lievemente rumorosa. Per ridurre lo sfregamento, il cavo da 1,8 metri è ricoperto da una rete in tela, mentre il connettore USB 2.0 è placcato in oro allo scopo di garantire un contatto perfetto e impedire la corrosione.

Corsair Scimitar PRO RGB 12 pulsanti programmabili

Corsair Scimitar PRO RGB presenta 12 pulsanti programmabili sul lato sinistro e, a differenza di altri mouse gaming, l’ultima colonna di tre tasti è facilmente accessibile grazie al sistema brevettato Key Slider,che permette al tastierino di scorrere avanti e indietro sul lato del dispositivo. In questo modo, il mouse può essere utilizzato in maniera abbastanza agevole anche da chi ha mani piccole.

Leggi Anche: Migliori tastiere gaming del momento

Corsair Scimitar PRO RGB offre un’utilissima memoria interna in cui salvare le impostazioni dei diversi profili e dei pulsanti. Una funzione preziosa durante le LAN o tornei fuori casa perché non vi servirà il software per riprogrammare il mouse, avrete già tutto in memoria. Il sistema d’illuminazione è diviso in quattro parti, sempre personalizzabili, con effetti luce e 16,8 milioni di colori (RGB).

Corsair Scimitar PRO RGB illuminazione rgb programmabile

Prestazioni

Le prestazioni di Corsair Scimitar PRO RGB sono importanti. Il polling rate di 1000 Hz è il massimo possibile per un mouse gaming con interfaccia USB, il sensore ottico Pixart PNW3367 ha una capacità di 16400 DPI e il software proprietario CUE 2 consente di creare macro, calibrare la superficie, regolare la frequenza dei DPI e controllare il rendimento dell’accessorio.

Corsair Scimitar PRO RGB software proprietario

Vicino alla rotella per lo scrolling c’è il bottone per modificare rapidamente i DPI, in modo tale d’adattarsi immediatamente a qualsiasi situazione di gioco. Alti valori di DPI assicurano grandi spostamenti con movimenti impercettibili del mouse, bassi valori di DPI sono perfetti quando vi serve la massima precisione di gioco. Le modalità sono quattro e un indicatore luminoso vi indica in quale vi trovate. Come detto, questo mouse non è fornito di collegamento wireless.

Verdetto

Corsair Scimitar PRO RGB è un mouse da gioco eccezionale per qualità e resistenza all’usura del tempo. Se state cercando un mouse dal design elegante, dalle grandi prestazioni e dalle tante funzionalità, avete trovato il vostro compagno di giochi; se siete mancini o volete un mouse meno costoso, meno pesante e dalla rotella di scorrimento più silenziosa, dovete cercare altre soluzioni.

[amazon box=”B01N9K2PBQ” title=”Corsair Scimitar PRO RGB”]

Corsair Glaive RGB Recensione

Corsair Glaive RGB Recensione

Corsair Glaive RGB Recensione

Il Corsair Glaive RGB è, sotto ogni punto di vista, un ottimo mouse. Ben costruito, un ottimo sensore ed ideale per giocare. Il problema principale sta nei dettagli: la mancanza dei pesetti per aggiustarne il peso ed il corpo interamente di plastica per nominarne alcuni. Detto ciò, siamo sicuri che il Glaive RGB per il suo costo attuale possa essere benissimo alla pari, se non sopra, alla concorrenza.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

[amazon box=”B06Y3SB4RZ” title=”Corsair Glaive RGB”]

Design e qualità costruttiva

Il Corsair Glaive RGB è un mouse più grande della media con uno stile affusolato ma allo stesso tempo molto robusto.

Anche se fatto interamente in plastica, il Glaive non pecca di sicuro nella qualità costruttiva. Il materiale con il quale è costruito è molto solido e resistente e dà un ottimo feeling al tatto, attirando inoltre poche impronte.

Corsair Glaive RGB costruzione affusolata

Attualmente il mouse è venduto in due differenti colori: nero e color alluminio. La differenza tra le due colorazioni non si nota molto, se non per la scossa anteriore nella versione alluminio che è giustamente color grigio metallico.

Ai lati del mouse, oltre a due lunghe strisce di led molto sobrie, troviamo anche, sulla sinistra, i soliti due pulsanti per la navigazione avanti/indietro delle pagine web e per essere riconfigurati in qualsiasi modo tramite il software dedicato. Oltre a questi, sulla parte superiore, a sinistra della rotella, troviamo anche 5 led che si colorano in base al settaggio corrente di DPI (dots per inch), il che rende estremamente semplice capire a che livello di precisione stiamo usando il mouse.

Corsair Glaive RGB impugnature intercambiabili

Un’altra particolarità del Corsair Glaive sono le sue tre impugnature intercambiabili. Queste vanno a destra del mouse e cambiano il feeling al tatto oltre che supportare più o meno il mignolo, dando inoltre più o meno presa.

Prestazioni

La sensazione iniziale di questo mouse è molto buona e, soprattutto per chi ha delle mani più grandi del normale, è davvero ottima. Il feeling, come detto in precedenza, è piuttosto buono, se non fosse che per il costo attuale, un corpo interamente in plastica forse non è la miglior scelta.

Corsair Glaive RGB sensore ottico

La resistenza dei pulsanti è molto bassa ed è apposta pensata per i videogiocatori ed i produttori di contenuti che devono stare al pc per molte ore di seguito e hanno bisogno di non affaticarsi troppo.

Il sensore ottico del Glaive è eccellente, portando a 16,000 i DPI massimi ma lasciando la possibilità all’utente di scegliere la configurazione che più desidera, cambiando anche solo di 1 DPI alla volta! Questo livello di personalizzazione è davvero molto elevato ed attualmente non abbiamo ancora visto mouse che si spingano così tanto oltre gli standard.

Leggi Anche: Migliori tastiere gaming del momento

Parlare del software Corsair è d’obbligo, anche dato il successo che ha avuto. Semplice da usare e molto accurato nella calibrazione, sia dei DPI che delle funzioni di illuminazione RGB.

Corsair Glaive RGB illuminazione RGB

Ci sono infatti 4 spot specifici di illuminazione: la zona interna anteriore, le due barre laterali ed il logo centrale, il che lo rende abbastanza appariscente per anche i più incalliti gamer ed allo stesso tempo non troppo appariscente per una sessione di lavoro. Oltre a questo, il software si sincronizza, nel caso ne possediamo, anche con altri dispositivi Corsair il che lo rende davvero un ottimo competitor in un ecosistema in continua evoluzione.

[amazon box=”B06Y3SB4RZ” title=”Corsair Glaive RGB”]

Asus ROG Gladius II Recensione

Asus ROG Gladius II Recensione

Quando si tratta di assegnare un nome a una periferica da gaming la questione diventa seria e il dipartimento di ASUS dedicato al mondo del gaming, ROG, ha immaginato di chiamare uno dei loro mouse di fascia alta Gladius. Dal latino gladio, era una spada in dotazione a una tipologia di combattenti non indifferente: i legionari romani.

Ci si aspetta, conseguentemente, che l’ASUS ROG Gladius II sia l’arma definitiva per i giocatori più esigenti. Equipaggiato con componenti e funzionalità di massimo livello, il mouse cerca di soddisfare tutti i tipi di mano e di impugnatura, pertanto risulterà comodo e adatto a quasi tutti gli utenti. Ottima la dotazione e l’ingegnerizzazione, a discapito di qualche funzionalità non presente e del prezzo importante.

[amazon box=”B06X158PYV” title=”Asus ROG Gladius II”]

Design e qualità costruttiva

La dotazione è incredibilmente completa e non fa altro che evidenziare quanto sia stato dedicato alla qualità del prodotto.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

Oltre al mouse, si possono trovare la custodia morbida per il trasporto, due tipologie di cavo (uno lungo con finitura a maglia e uno normale più corto), un adesivo raffigurante il marchio ROG e, cosa più importante, un set di pulsanti intercambiabili, marchiati Omron e testati per garantire almeno 50 milioni di pressioni, in aggiunta a quelli già installati Kailh (stesso marchio che produce gli switch meccanici per tastiere high-end competendo con Cherry).

Asus ROG Gladius II dotazione completa

Sotto il punto di vista funzionale, il mouse offre tutto che è necessario e oltre. Il cavo è scollegabile e sostituibile, in modo da ridurre gli ingombri e facilitarne il trasporto; inoltre è presente un sistema che consente di accedere all’elettronica del mouse smontando la scocca, svitando quattro viti presenti nella parte inferiore e coperte con altrettanti gommini, a differenza della maggior parte delle periferiche simili dove le viti sono posizionate sotto i pad di scorrimento che, essendo incollati, una volta rimossi risulta molto complesso riapplicarli. In questo modo è possibile sostituire i pulsanti preinstallati con quelli forniti oppure con altri differenti, così da ottenere una personalizzazione massima.

Il design è molto articolato e dettagliato, con un frontale accattivante e forme rialzate che spingono la mano ad impugnarlo piuttosto che sfiorarlo. Sono presenti led RGB in tre punti: nella parte inferiore, forse la più suggestiva, nel logo ROG posizionato posteriormente e ai lati della rotella di scorrimento, il tutto compatibile con il sistema Aura Sync, che consente di uniformare i colori dei LED di tutti i componenti ASUS installati (Scheda madre, scheda video, strisce luminose e altre periferiche).

Asus ROG Gladius II scocca laterale destra

Non è predisposto per i mancini ma per i destrosi l’ergonomia è assoluta: ottimo lo spazio sia per il pollice sia per anulare e mignolo nel lato destro. Le andature sulla parte superiore sono adatte per tutti i tipi di presa: palm (ricoprendo il mouse con tutta la mano), claw (appoggiando il palmo nella parte posteriore e la parte iniziale delle dita) e fingertip (tenendo il polso rialzato e toccando i pulsanti solamente con la parte terminale delle dita). Anche il peso di 110 grammi è una componente non lasciata al caso, infatti risulta essere adeguato.

Asus ROG Gladius II scocca laterale sinistra

I materiali sono una plastica nera con trattamento opaco che fa da scheletro, molto robusta e con un ottimo feeling al tatto e la gomma ai lati ricamata con un effetto maya. Eccellenti gli assemblaggi e le finiture che non danno assolutamente l’impressione di voler cedere durante le sessioni più frenetiche e violente, come la risposta dei pulsanti e della rotella che trasmette una sensazione meccanica di qualità.

Prestazioni

Asus ROG non si è risparmiata su questo prodotto, equipaggiandolo con un sensore ottico PMW 3360DM da 12 000 DPI massimi, range che accarezza l’assurdo ma che offre una precisione di tracciamento eccellente (fino a 250 pollici al secondo) in tutta la gamma e che arriva a gestire cambi di accelerazione fino a 50Gg (tanto per fare un paragone, un dragster Top Fuel accelera con una forza di massimo 6g); la connessione USB, invece, arriva a una frequenza di aggiornamento fino a 1000 Hz, il massimo ottenibile oggi.

Asus ROG Gladius II sensore ottico ottime prestazioni

Sia nelle fasi di spostamento rapido, come navigare nella mappa di un MOBA sia in quelle di mira in un FPS, raggiungere il punto che si sta fissando è immediato e senza incertezze.

Rimanendo nella condizione dove è richiesta accuratezza, il mouse offre un tasto esattamente dove appoggia il pollice che, se premuto, consente di entrare nella modalità “sniper” dove i DPI vengono immediatamente ridotti a un valore prestabilito in modo da essere più precisi possibile. Il pulsante nella parte superiore, poco prima della rotella di scorrimento, è utile per cambiare il livello di precisione del sensore su valori impostabili dal software.

Leggi Anche: Migliori tastiere gaming del momento

A tal proposito, il programma di gestione è il ROG Armoury, con grafica accattivante ma intuitiva e che permette svariate personalizzazioni e regolazioni, fra le quali:

– Azioni dei pulsanti, compresi i due aggiuntivi nel lato sinistro
– Prestazioni del sensore con presenza di grafici riportanti la forza g impressa
– colori ed effetti dei LEG RGB e sincronizzazione con gli altri componenti ASUS compatibili
– Aggiornamento del firmware
– Creazione e assegnazione di macro a livello avanzato
– Statistiche di utilizzo

Purtroppo non è esente da bug e blocchi durante l’avvio e in determinate occasioni.

Verdetto

Il Gladius II è senza ombra di dubbio un prodotto destinato a tutti coloro che non accettano compromessi e che vogliono il massimo dalle periferiche in modo da non incontrare limitazioni a causa delle stesse. I vantaggi di questo mouse sono:

– Performance al top e tracciamento accurato;
– Possibilità di personalizzazione di pulsanti e LED;
– Qualità costruttiva superiore.

La perfezione, però, non esiste e purtroppo ci sono alcuni svantaggi:

– Prezzo non proprio accessibile;
– Software che presenta ancora delle incertezze;
– Non sono presenti dei pesetti per adattarlo a diverse preferenze.

[amazon box=”B06X158PYV” title=”Asus ROG Gladius II”]

Corsair M65 Pro RGB Recensione

Corsair M65 Pro RGB Recensione

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è uno strumento da gaming studiato nello specifico per gli FPS.

Lo chassis è in resistente alluminio, il sensore è altamente responsivo, l’estetica molto affascinante: un mouse di ottima fattura e dalle prestazioni encomiabili (il pulsante cecchino si dimostra di grande utilità).

Unica pecca? La superficie molto ampia che nelle sessioni di gioco prolungate può far sudare molto la mano.

[amazon box=”B01D524BUY” title=”Corsair M65 Pro RGB”]

Design e qualità costruttiva

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è ad uso esclusivo dei destrorsi, il telaio è in robusto alluminio con un sensore veramente molto accurato. La sua peculiarità è data da un implemento del tasto cecchino (sniper), in grado di modificare i valori di DPI abbassandoli notevolmente durante l’azione di gioco.

Corsair M65 Pro RGB pulsante dpi

Il design, un po’ troppo largo, potrebbe non essere a misura di tutti, ma resta il fatto che questo mouse sia uno tra i migliori in commercio come rapporto qualità/prezzo. Il mouse misura 135.5g circa con i pesetti all’interno, senza invece scende a 115g.

Ogni superficie è coperta da uno strato in plastica, con la parte superiore rivestita da un materiale ‘morbido’ al tatto, molto confortevole. I lati hanno una texture un po’ più ruvida, per aumentarne il grip.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

Il logo Corsair si fa ben notare sulla parte alta del mouse, nella quale sono posti due tasti di regolazione DPI, una rotellina di scorrimento e i tasti di click, un led a bersaglio che indica il grado corrente di regolazione DPI (cambia colore a seconda dell’impostazione).

Corsair M65 Pro RGB pulsanti integrati

L’illuminazione si fa molto notare, con tre zone di luce RGB (si può scegliere se impostare un effetto statico o dinamico).

Corsair M65 Pro RGB illuminazione rgb

Prestazioni

Il mouse Corsair M65 Pro RGB è dotato di un cavo a treccia che purtroppo non è removibile (di conseguenza è possibile giocare solo in modalità wired). Sotto il mouse sono presenti 3 pesetti smontabili, per calibrare in modo preciso il bilanciamento dei movimenti dello strumento.

Corsair M65 Pro RGB pesetti sulla base

A differenza del modello M65, che usa un sensore laser, il nuovo M65 Pro utilizza un sensore ottico, più adatto alle pratiche di gaming ma che non funziona sulle superfici in vetro. Questo sensore ottico arriva ad un valore massimo di 12000 DPI ed è compatibile con schermi a qualunque risoluzione.

Per quanto riguarda il comfort, il mouse accoglie bene la mano e scivola in modo impeccabile sulla superficie di appoggio. Il tasto cecchino è incredibilmente pratico quando è necessaria precisione in gioco, come negli headshots.

Il software Corsair Utility Engine (CUE, scaricabile gratis dal sito Corsair) controlla il settaggio delle luci e permette di salvare vari profili di impostazione. Si può cambiare il valore di DPI da 100 a 12000, rimappare i tasti e calibrare il mouse in base all’area di appoggio in cui si trova.

Corsair M65 Pro RGB software proprietario

Il prodotto, all’acquisto, è impostato su un valore base di 1000 Hz (1 ms di tempo di risposta), ma tramite il software si può abbassare a 500 Hz (2 ms), 250 Hz (4 ms) o 125 Hz (8 ms) se si preferisce un’esperienza meno tremolante.

Verdetto

Il mouse Corsair M65 Pro RGB vanta delle prestazioni a dir poco ottime, così come i materiali di costruzione.

La nota dolente potrebbe essere il fatto che sia un po’ troppo largo e che, dopo una sessione di gioco prolungata, faccia sudare la mano.

Il rapporto qualità/prezzo è veramente competitivo. Da consigliare certamente ai gamers, ma potrebbe rivelarsi molto utile anche nel processo di video editing e di browsing.

[amazon box=”B01D524BUY” title=”Corsair M65 Pro RGB”]

ASUS ROG Spatha Recensione

ASUS ROG Spatha Recensione

L’ASUS ROG Spatha è un mouse da gaming progettato con caratteristiche funzionali eccellenti abbinate ad un design volto a fornire comfort e maneggevolezza.

[amazon box=”B01GDCZYOU” title=”ASUS ROG Spatha”]

Design e qualità costruttiva

ASUS ROG Spatha pulsanti programmabili

La prima caratteristica che risalta è sicuramente la grande dotazione di tasti che possiede: sono ben 12 e di questi 6 totalmente riprogrammabili e personalizzabili. Questo mouse è completamente ed appositamente progettato per destrorsi; peculiarità influente durante l’acquisto e limitativa per i mancini, soprattutto per la predisposizione e il design di cui sono dotati i i tasti.

Leggi Anche: Migliori mouse gaming del momento

Anche il peso si fa sentire: non è consigliato, quindi, se si utilizza per lavori che non richiedono enormi capacità di precisione o per molte ore consecutive di gioco. Va però considerato un valore importante: proprio il suo peso lo rende molto più stabile ed efficiente rispetto a mouse più leggeri e con dimensioni ridotte.

La piattaforma di ricarica è molto ingombrante e i tasti risultano molto rigidi. Sono invece apprezzabili il design, la maneggevolezza e la grande disponibilità di funzioni offerte.

ASUS ROG Spatha base di ricarica

La qualità costruttiva che possiede è davvero elevata e raffinata. Ogni componente è pensato per durare nel tempo. I tasti sono pensati per raggiungere ben 20 milioni di click. Lo chassis è in lega di magnesio, con impugnatura in gomma, con trama “Maya” che permette alla mano la respirazione cutanea e non favorisce la sudorazione.

La stazione di ricarica è magnetica con pratico LED che indica il livello di carica della batteria. Il mouse è inoltre dotato di LED RGB per personalizzare l’illuminazione.

Da sottolineare il cofanetto rigido per la movimentazione che migliora protezione e sicurezza durante i trasporti. Ancora una volta ASUS impiega ottime qualità di materiali, di design e progetto, senza far mancare le aspettative che ogni gamer si prefissa. Un mix di potenza, design e qualità.

Prestazioni

I DPI (Dot Per Inch, Punti Per Pollice) che offre sono ben 8.200 e raggiunge una frequenza di polling rate di 2.000 Hz (il polling rate è la frequenza con cui un mouse segnala la sua posizione a un computer. Più alto è il numero di Hz, più la CPU comunicherà con il mouse, ndr ).

ASUS ROG Spatha illuminazione led rgb

Il ROG Spatha possiede un sistema di alimentazione molto interessante: a differenza di molti altri infatti, ha la possibilità di essere utilizzato con il cavo o tramite wireless dotato di una propria batteria interna. Nel pacchetto è inclusa anche la piattaforma di ricarica.

Leggi Anche: Migliori tastiere gaming del momento

Questo mouse offre inoltre una grande precisione di risposta e accelerazione: possiede ben 30 g di accelerazione e 150 ips (inch per secondo); calcolando che 1 Inch= 2.54 cm, il nostro mouse sarà perfettamente reattivo fino ad una velocità di 381 cm al secondo, logicamente in condizioni di scorrimento perfette, utilizzando un mouse pad, fornendo spazi necessari e mantenendolo pulito.

ASUS ROG Spatha mouse per destrorsi

Il ROG Spatha è stato progettato con la collaborazione dei più grandi videogiocatori che hanno fornito feedback e suggerimenti per creare un potenziale unico e impareggiabile.

Verdetto

Ricapitolando siamo di fronte ad un prodotto preciso, di nicchia, pensato perlopiù per i videogiocatori, destrorsi per la precisione. Importante ricordare che la predisposizione dei tasti e la configurazione di progetto ne impediscono l’utilizzo con la mano sinistra.

Sicuramente non è un prodotto per un utente base, o per un impiegato. La grande precisione e le diverse funzionalità possono essere utili per professionisti dell’editing e grafici, anche se questo mostro da scrivania nasce per il videogiocatore esigente che si cimenta in competizioni MMO o sparatutto. Sicuramente da sottolineare il peso di questo prodotto.

Non risulta sicuramente uno dei più leggeri e piccoli come dimensioni. Anche i tasti rimangono molto rigidi. Ne va però apprezzato il grande design e la personalizzazione sia di look che di programmazione. In aggiunta anche la varia funzionalità che possiede, caratteristica che lo rende versatile.

[amazon box=”B01GDCZYOU” title=”ASUS ROG Spatha”]